ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ban Ki Moon: "Start inaugura un mondo nuovo"

Lettura in corso:

Ban Ki Moon: "Start inaugura un mondo nuovo"

Dimensioni di testo Aa Aa

La prima visita del segretario generale dell’Onu, Ban Ki Moon, in Asia Centrale, coincide con la firma del nuovo trattato Start e i disordini nel Kirghistan.
Ottimista sul disarmo nucleare, Ban Ki Moon ha chiesto il rispetto dei diritti dell’uomo, spesso dimenticati in questa regione del mondo.
In Kazakhstan ha incontrato l’inviato speciale di euronews.

Segretario generale, benvenuto su euronews. Lei sta visitando il sito di 456 esplosioni nucleari. Che cosa prova?

Ban Ki Moon
È un’esperiena molto forte, trovarmi in questo posto dove sono stati effettuati un numero così alto di test nucleari.
Si dice, 456 in tutto, con effetti terribili sugli esseri umani e sull’ambiente. Non dovremo ripetere questo tipo esperimenti, l’eredità che lasciamo è misera. Mi felicito con il presidente del Kazakhastan che ha avuto il coraggio di chiudere questo sito sdoganando questa zona dell’Asia centrale. Si tratta di una pietra miliare.

euronews

Parlando di pietra miliare: la sua visita coincide con la firma del nuovo trattato Start, che prevede la diminuzione dell’arsenale atomico di Stati Uniti e Russia. Malgrado ciò hanno ancora abbastanza armi da distruggere la vita nel pianeta. Possiamo dire di essere veramente un po’ più al sicuro?

Ban Ki Moon

La comunità internazionale è impegnata a rendere il mondo libero dalle armi nucleari. È quello che dobbiamo ottenere senza permettere ulteriori ritardi.
La settimana prossima a Washington Dc, dove parteciperò al summit sul disarmo nucleare, chiederò ai leader mondiali di prendere una responsabilità politica e morale, non abbiamo bisogno di ulteriori armi nucleari. Mi felicito con il presidente Obama e al presidente Medvedev per la firma del trattato Start. Spero che altri leader mondiali seguano.

euronews

Pensa che il nuovo Start avrà delle conseguenze per quanto riguarda la non proliferazione, in modo particolare in riferimento all’Iran?

Ban Ki Moon
Credo in questo incoraggiante sviluppo per il disarmo atomico e la non proliferazione avrà un impatto positivo sui nostri sforzi, volti a liberare il mondo dalle armi nucleari, incluso il programma per lo sviluppo nucleare iraniano.

euronews
Torniamo alla sua visita in Asia centrale, è già stato in 4 repubbliche di questa regione, note per la mancanza di rispetto dei diritti umani e degli standard democratici. Finora questi Paesi hanno ignorato qualsiasi critica. Ignoreranno anche i suoi appelli?

Ban Ki Moon
In qualità di Segretario generale delle Nazioni Unite, ho una grande responsabilità, ho il mandato di tutelare e promuovere i diritti umani, che sono valori universali.
Ho chiesto a tutti i leader dell’Asia centrale di essere chiari e decisi nel tutelare i diritti umani, nel proteggere i più deboli e nel rispettare accordi e convenzioni internazionali che hanno firmato.
Si tratta di un obbligo morale, Capi di stato e di governo devono capire che i diritti umani sono valori accettati e condivisi a livello internazionale.

euronews
Qual è stata la loro reazione?

Ban ki Moon

Sono certo che il mio messaggio è arrivato chiaro e forte, è il messaggio del segretario generale delle Nazioni Unite che chiede di rispettare doveri e obblighi previsti dai trattati internazionali.