ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Crimini inaccettabili". Putin condanna il massacro di Katyn

Lettura in corso:

"Crimini inaccettabili". Putin condanna il massacro di Katyn

Dimensioni di testo Aa Aa

Insieme per ricordare il massacro di oltre 20.000 ufficiali polacchi, giustiziati nel 1940 dall’Armata Rossa. In una cerimonia congiunta il premier russo Vladimir Putin e quello polacco Donald Tusk hanno commemorato a Katyn le vittime dell’eccidio staliniano.

Un’ombra che fra menzogne e insabbiamenti, per 70 anni ha pesato sulle relazioni tra i due paesi. E che ora Putin ha provato a cancellare con parole di ferma condanna: “Sono crimini – ha detto – per cui non esistono giustificazioni”.
Mai Mosca aveva invitato un rappresentante polacco sui luoghi della tragedia: una storica apertura che il premier russo ha ribadito, parlando di due popoli e due paesi, accomunati dall’alto prezzo pagato per ferocia e disumanità di totalitarismo e guerre mondiali.