ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alluvioni in Brasile, urbanizzazione selvaggia sotto accusa

Lettura in corso:

Alluvioni in Brasile, urbanizzazione selvaggia sotto accusa

Dimensioni di testo Aa Aa

Rio de Janeiro sprofonda nel fango e nel caos dopo le piogge che hanno fatto almeno 95 morti in 24 ore. Un bilancio destinato a crescere. Gli sfollati sono migliaia, le case a rischio almeno 10 mila, e il meteo non è incoraggiante.

Sono le piogge più abbondanti cadute su Rio negli ultimi 48 anni. Ma non bastano a spiegare una catastrofe di questa portata, come spiega Sergio Cabral, governatore di Rio de Janeiro: “È anche il momento per noi di riflettere su qualcosa che abbiamo sempre denunciato: la costruzione di edifici irregolare e disorganizzata è quel che provoca questo tipo di situazione a Rio de Janeiro da anni”.

Ai morti, al caos, alle scuole chiuse, ai tre giorni di lutto, si aggiunge la responsabilità di una città dove nei prossimi anni si svolgeranno i due maggiori eventi sportivi mondiali. Per il presidente Inacio Lula da Silva “Rio de Janeiro è pronta a ospitare le Olimpiadi ed è pronta a ospitare i Mondiali con grande tranquillità. Non è che una catastrofe di questa portata accada ogni anno, o in continuazione”.

Intanto però bisognerà cominciare a riparare i danni. Il Maracanà, lo stadio più grande del mondo e icona dei tifosi, è sott’acqua. E la domanda è inevitabile: se succedesse nel 2014?