ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le prime conquiste delle "camicie rosse"

Lettura in corso:

Le prime conquiste delle "camicie rosse"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le “camicie rosse” thailandesi incassano le prime vittorie: non saranno evacuati dal centro di Bangkok. Ma non solo. I sostenitori dell’ex premier Thaksin Shinawatra sono usciti a testa alta dalla Sede della Commissione Elettorale, presa d’assalto e poi abbandonata ottenuta la promessa di un’udienza – il 20 aprile – sulle presunte irregolarità nelle donazioni al Partito Democratico del premier Abhisit Vejjajiva.

Ma i “rossi” – ormai da tre settimane impegnati in un duro braccio di ferro con il governo per ottenere nuove elezioni – dalla loro hanno anche la decisione appena arrivata dai giudici. Il governo non potrà, come richiesto, evacuarli dal quartiere commerciale della capitale che occupano dal fine settimana.

Le autorità – dice il tribunale – dispongono già di una legge per la sicurezza interna che permette di affidare ai militari la gestione delle operazioni per il mantenimento dell’ordine pubblico. Il premier Abisith sa quanto rischia. Un ricorso alla forza sarebbe pericoloso per un governo al potere da soli 16 mesi, che a fatica cerca di cementare il sostegno al di fuori dalle élite militari e dell’establishment che lo sostengono.