ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Assassinio Terreblanche: appelli alla calma in Sudafrica


Sud Africa

Assassinio Terreblanche: appelli alla calma in Sudafrica

Il Presidente Zuma fa appello alla calma, i sostenitori di Terreblanche invocano vendetta. Rischia di precipitare la situazione in Sudafrica, dopo l’uccisione del leader dell’estrema destra Eugene Terreblanche. I membri del suo partito – che punta al ritorno del regime razzista dell’apartheid – si riuniranno il primo maggio per decidere le azioni future.

Terreblanche è stato ucciso a colpi di machete e tubi per l’irrigazione nella sua aziena agricola, a nord-ovest del Paese. All’origine: una vicenda di stipendi non pagati. Due dipendenti, 15 e 21 anno, neri, sono stati arrestati. Sostenitori di Terreblanche si sono radunati davanti alla sua tenuta per rendergli omaggio.

Qualcuno fa riferimento a Julius Malema e al testo di una canzone cantata dal capo del movimento giovanile del partito di governo ANC, le cui parole dicevano “ammazza il boero”. Terreblanche si era sempre definito un boero. L’assassinio arriva in un momento di crescente polarizzazione razziale in un Paese che si appresta ad accogliere i Campionati mondiali di Calcio.

Prossimo Articolo

mondo

Soyuz aggancia la ISS