ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: identificata donna kamikaze. ll marito guerrigliero ucciso dalla polizia a dicembre

Lettura in corso:

Russia: identificata donna kamikaze. ll marito guerrigliero ucciso dalla polizia a dicembre

Dimensioni di testo Aa Aa

In una foto diffusa dalla stampa russa Djennet brandisce un’arma in tono di sfida. Rimasta vedova a soli diciassette anni, è una delle due kamikaze della metropolitana di Mosca. In un altro scatto posa con il marito, anch’egli identificato. Si tratta del trentenne Oumalat Magomedov, un guerrigliero daghestano ucciso il 31 dicembre scorso in uno scontro a fuoco con la polizia.

A rivendicare l’attentato alla metropolitana di Mosca era stato Doku Umarov, autoproclamatosi nel 2006 Emiro del Caucaso, per vendicare la politica di Putin nella regione e “distruggere gli infedeli”.
Le indagini stanno cercando di fare chiarezza anche sulla seconda donna kamikaze, una cecena di vent’anni: un’altra vedova di un ribelle.
Nell’attacco suicida sono morte quaranta persone. Mentre proseguono le cerimonie funebri e le sepolture, molti passanti stanno rendendo omaggio alle vittime deponendo fiori all’interno della metropolitana.