ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Turchia, contrasti tra polizia e operai della Tekel

Lettura in corso:

Turchia, contrasti tra polizia e operai della Tekel

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora scontri in Turchia tra polizia e operai del tabacco, scesi di nuovo in piazza a centinaia per un sit-in di protesta organizzato dai sindacati.

Contro i manifestanti, getti d’acqua e gas lacrimogeni. Loro, sembra, hanno risposto con il lancio di pietre. Diversi gli arresti.

Arrivati nella capitale da tutto il paese, protestano contro la riduzione di stipendi e l’obbligo al part-time, contro le condizioni lavorative peggiorate dopo la privatizzazione della Tekel.

Nello scorso dicembre, hanno scioperato per quasi 80 giorni. In gennaio, per le strade della capitale erano in 25 mila.

Dal suo arrivo al potere nel 2002, l’AKP ha dato un colpo di acceleratore alle privatizzazioni.

Nel 2008, la Tekel è stata ceduta per 1,7 al gruppo British American Tobacco, che aumenta cosí la sua quota di mercato in Turchia dal 7 al 36%.

Il governo per parte sua ha deciso di sopprimere dodicimila posti di lavoro.