ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Arabia Saudita: rischia la decapitazione il chiromante libanese condananto per stregoneria


Arabia Saudita

Arabia Saudita: rischia la decapitazione il chiromante libanese condananto per stregoneria

Slitta l’esecuzione di un chiromante libanese condannato alla decapitazione in Arabia Saudita.

Ali Sabat, il veggente che prediva il futuro in tv, doveva essere giustiziato oggi, ma la giustizia saudita gli ha concesso una tregua. Sabat era stato arrestato nel 2008 durante un pellegrinaggio alla Mecca. Accusato di stregoneria è ancora a rischio pena capitale. Può salvarsi solo con la grazia del governatore locale. La madre chiede che il figlio sia risparmiato:

“Pregherò per chi mi riporterà mio figlio per loro e per la loro buona volontà. Ho sofferto per due anni”.

Per il chiromante si è mosso anche il ministro della giustizia libanese secondo quanto dichiarato dal suo avvocato.

“E’ un pio mussulmano e se ha commesso un errore non merita comunque la pena di morte, specialmente perché è a capo di una famiglia di cinque persone e ha un padre e una madre che hanno bisogno di lui, sono poveri. Se muore, la sua famiglia verrà distrutta”.

La famiglia del mago ha accusato le autorità libanesi di non aver preso il caso sul serio. L’Arabia Saudita ha lanciato l’anno scorso una campagna contro la stregoneria, senza che ne esista una definizione legale.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Russia, attentati: donne kamikaze da Cecenia e Daghestan