ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia. Funerali delle vittime degli attentati

Lettura in corso:

Russia. Funerali delle vittime degli attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

La Russia seppellisce i morti della strage nella metropolitana di Mosca, quando le bombe tornano a scoppiare con un nuovo con un duplice attentato in Daghestan.
 
Tra le prime cerimonie funebri, quella di Maksim Mareyev, giovane ucciso alla stazione di Lubjanka mentre si recava al lavoro.
 
Due giorni dopo il duplice attacco della capitale russa è arrivata la rivendicazione su un sito Internet: il leader dei ribelli ceceni Doku Oumarov, autoproclamatosi Emiro del Caucaso, ha dichiarato in un video che altri attentati seguiranno e che i cittadini russi vedranno arrivare la guerra fin nelle loro case.
 
L’attacco alla metropolitana ha fatto 39 morti e una settantina di feriti.
 
Il presidente russo Dmitri Medvedev: “Gli attacchi degli ultimi giorni sono tutti collegati ed espressione della medesima attività terroristica, che si sta di nuovo intensificando. La stiamo combattendo e continueremo a farlo. Naturalmente, lo Stato assisterà le vittime e le famiglie degli uccisi a Mosca e in Daghestan”.
 
Nella Repubblica autonoma caucasica, mercoledì  mattina un doppio attacco suicida ha provocato la morte di almeno 12 persone e il ferimento di altre 30.

Dapprima un kamikaze ha fatto esplodere la propria autobomba dopo che una pattuglia della polizia aveva fermato il veicolo per un controllo. Poi, quando altri agenti si sono precipitati sul posto, un secondo kamikaze, travestito da poliziotto, ha innescato il proprio ordigno, provocando altri morti. Fra le vittime, anche il capo della polizia locale.