ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tadic: "La condanna di Srebrenica dimostra la nostra vocazione europea"

Lettura in corso:

Tadic: "La condanna di Srebrenica dimostra la nostra vocazione europea"

Dimensioni di testo Aa Aa

La risoluzione del parlamento di Belgrado sul massacro di Srebrenica mostra quanto sia ancora divisa la società serba e quanto certi nervi restino ancora scoperti.

A 15 anni da quello che la corte dell’Aja ha qualificato come genocidio da parte dei serbo-bosniaci, i deputati serbi hanno votato una dichiarazione di condanna del massacro con 127 voti a favore su 173. Un testo che però molti, per opposte ragioni, trovano insoddisfacente.

Ma il presidente Boris Tadic ha difeso con forza la risoluzione: “Coloro che non sono pronti ad adottare una dichiarazione di questo tipo, un atto politico di questo tipo, screditano ancora di più il loro stesso popolo. Penso che la dichiarazione mostri il più alto patriottismo, che mostri il nostro rispetto nei confronti di un altro popolo e delle sue vittime e che sia anche la dimostrazione che il nostro popolo e la nostra cultura sono parti inseparabili della cultura europea e della civiltà europea”.

Il testo punta ad avvicinare la Serbia all’Unione europea, cui ha fatto domanda di adesione lo scorso 22 dicembre. Resta però inevasa la principale condizione necessaria per sbloccare il processo di integrazione: l’arresto di Ratko Mladic.