ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Total responsabile solo penalmente per il disastro dell'Erika

Lettura in corso:

Total responsabile solo penalmente per il disastro dell'Erika

Dimensioni di testo Aa Aa

Total responsabile penalmente, ma non civilmente per il disastro dell’Erika. Una sentenza che conferma e che allo stesso tempo sorprende quella della Corte d’appello di Parigi.

La società francese e il registro navale italiano dovranno pagare 375mila euro per inquinamento. Ma per quanto riguarda gli indennizzi alle parti civili Total che ha già versato 170 milioni, non non dovrà risarcire il resto, altri 30 milioni, perché noleggiatore e non proprietario della petroliera.

Saranno invece pagati dal Rina, dall’armatore Giuseppe Savarese e dal gestore Antonio Pollara.

“Ci sono motivi di grande soddisfazione come il riconoscimento della responsabilità penale di Total e dell’esistenza del danno ambientale”, ha affermato Corinne Lepage, avvocato di parte civile.“Ma ci sono anche motivi di delusione visto che il tribunale ha ritenuto che Total non dovrà pagare gli indennizzi perché non è responsabile civilmente. Questo significa che quando una società petrolifera utilizzerà una nave spazzatura correrà un rischio penale limitato, che non le costerà nulla”.

Total sostiene di non essere responsabile perché è stata la società di certificazione ad aver dato l’ok alla navigazione della petroliera vecchia di 24 anni.

L’Erika affondò il 12 dicembre 1999 al largo del Finistere, nel nordovest della Francia, danneggiando 400 chilometri di costa e provocando la morte di migliaia di uccelli.