ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca piange le vittime degli attentati

Lettura in corso:

Mosca piange le vittime degli attentati

Dimensioni di testo Aa Aa

In una Mosca in lutto, alle stazioni della metropolitana di Park Kultury e di Lubyanka non si arresta il flusso della folla che scende a rendere omaggio alle vittime degli attentati di ieri. Le bandiere sono a mezz’asta e tutti i locali hanno annullato spettacoli e intrattenimenti. Ma fra gli abitanti della capitale russa c‘è voglia di reagire:

“L’obiettivo dei terroristi è proprio quello di impaurire la gente, di creare il panico, di destabilizzare – dice un uomo – Come si può notare, però, non sta accadendo”.

Oggi, comunque, si sono visti meno passeggeri sui treni che, normalmente, trasportano, ogni giorno, oltre 8 milioni di utenti.

Il duplice attentato kamikaze di ieri ha provocato 39 morti e una settantina di feriti. All’obitorio, dove diversi cadaveri restano ancora senza nome, continua il doloroso va e vieni delle famiglie delle vittime. Questa donna ha perso un nipote:

“Dobbiamo spazzare via questa feccia dalla nostra società e non solo qui da noi ma nel mondo intero”.

Il padre di una vittima: “Non riavrò indietro mio figlio, il tempo passa e succedono sempre le stesse cose”.

La prima risposta giunge dal presidente Dmitri Medvedev che propone di perfezionare le leggi antiterrorismo per facilitare il lavoro investigativo.