ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati di Mosca. Le indagini

Lettura in corso:

Attentati di Mosca. Le indagini

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi sono i mandanti degli attentati di Mosca? Mentre le indagini seguono il loro corso, in un primo tempo tutti i commentatori hanno puntato il dito contro l’irredentismo caucasico, ma adesso si fa avanti anche la pista del terrorismo internazionale.

Il ministro degli esteri russo Serguei Lavrov non esclude alcuna ipotesi e dal Canada, dove si è recato per una riunione G8, ha fatto riferimento anche ai campi di addestramento per kamikaze alla frontiera fra l’Afghanistan e il Pakistan:

“Quel che è accaduto rinforza la necessità di un ancor maggiore coordinamento dei nostri sforzi internazionali, in modo tale che i terroristi, quelli che organizzano, pianificano, e finanziano gli atti terroristici, non possano sentirsi al sicuro in nessun luogo”.

Gli attentati, nel cuore della capitale russa a due passi dalla sede dei servizi segreti, di cui ha fatto parte anche l’attuale primo ministro Vladimir Putin, rimettono in discussione tutta la politica condotta dal Cremlino nel Caucaso secondo uno dei leader dell’opposizione Boris Nemtsof, che ieri sera è andato a rendere omaggio alle vittime:

“Sfortunatamente dobbiamo concludere che la politica di questo regime nel Caucaso ha fallito. Se non cambiano direzione non hanno alcuna possibilità di sconfiggere il terrorismo. Visto poi che le forze di sicurezza si impegnano di più a contrastare le opposizioni e le proteste popolari piuttosto che i terroristi”.

Tanto il presidente Medvedev quanto il premier Putin hanno promesso una caccia senza pietà contro i responsabili.