ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Volvo diventa cinese

Lettura in corso:

Volvo diventa cinese

Dimensioni di testo Aa Aa

Il produttore automobilistico cinese Geely ha firmato con l’americana Ford un accordo definitivo per l’acquisto della casa svedese. Pagherà 1,3 miliardi di euro. L’operazione, la maggiore acquisizione fatta da società automobilistiche cinesi, non punta solo ad un marchio di prestigio. Ma consente alla casa orientale di acquisire tecnologia europea. La Volvo era sul mercato già dalla fine del 2008. La Ford l’aveva acuistatta nel 1999 a un prezzo decisamente più alto di quello spuntato ora, 6.5 miliardi di euro.

Un automobilista cinese dice che l’accordo rappresenta una sfida per alcune industrie cinesi verso una maggiore competitività sul mercato globale.

Un altro ritiene che il prezzo delle auto Volvo potrebbe scendere ma la qualità e il servizio potrebbe risentirne.

L’accordo e’ stato firmato a Goteborg dal presidente di Geely, Li Shufu e dal direttore finanziario della Ford, Lewis Booth, dopo una trattativa durata molti mesi.

Il nuovo acquirente della Volvo ha promesso che l’azienda rimarrà sotto l’attuale management e avrà una indipendenza strategica per preservare la propria identità. Per noi, ha detto, Volvo è un’azienda svedese con una forte impronta scandinava, e conserveremo questi attributi con una squadra basata a Goteborg.

La casa svedese conta circa 20.000 dipendenti, 14.000 dei quali all’estero. Ma la Geely punta a realizzare una fabbrica con il marco anche in Cina per produrre 300.000 autovetture.