ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue: schivata la bancarotta, la Grecia riprende fiato

Lettura in corso:

Ue: schivata la bancarotta, la Grecia riprende fiato

Dimensioni di testo Aa Aa

Schivato il pericolo bancarotta la piazza d’Atene riprende fiato. E con lei anche i greci. Il giubotto di salvataggio confezionato dai dirigenti europei ha ricevuto un’accoglienza piuttosto pisitiva.

Un’ateniese stamattina:

“Dopo gli ultimi sviluppi, per noi ci sarà un clima diverso”.

La Grecia potrà ricorrere però al dispositivo solo in ultima ratio, nel caso in cui non riuscisse più a finanziare il proprio deficit.

Il premier greco Papandreu:
“Voglio ribadire che siamo determinati a risolvere i nostri problemi finanziari, siamo anche determinati a fare profondi cambiamenti nell’economia, nel nostro sistema politico e nella nostra società”.

L’aiuto prenderà la forma di prestiti bilaterali coordinati da Commissione e Bce e, su richiesta della Germania, si aggiungerà un intervento sostanziale del Fondo monetario internazionale

Il cancelliere tedesco Angela Merkel che è riuscita a imporre le sue condizioni, ha commentato:

“Da un lato gli Stati membri della zona euro non permettono una destabilizzazione della moneta unica, dall’altro è un segno di solidarietà. Solidarietà e stabilità sono le due facce di una stessa medaglia”.

Con le elezioni regionali nel Nord Reno Westafalia dietro l’angolo, la Merkel ha dovuto dosare parole e impegni. I detrattori non sono mancati.

Martin Schulz, capogruppo dei socialisti al parlamento europeo:

“Tutti sappiamo che è stato trattamento cosmetico per dare la paternità a Angela Merkel di un piano che è pronto da 4 settimane e al quale lei ha detto no per 4 settimane. Adesso dice sì ed è celebrata come vincitrice. Un po’ strano”.

Il Regno Unito, che non fa parte della zona euro e si è sentito a margine del vertice, ha ribadito il suo no all’uso formula di “governo economico” optando per governance.