ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Iraq, l'ex premier Allawi, con 91 seggi, ha vinto le elezioni parlamentari

Lettura in corso:

In Iraq, l'ex premier Allawi, con 91 seggi, ha vinto le elezioni parlamentari

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo ha annunciato poco prima delle 19, ora del centro Europa, la commissione elettorale indipendente.

Il sistema di spoglio per l’assegnazione su base provinciale dei 325 seggi del parlamento è stato particolarmente complicato: le province sono in tutto 18.

Negli ultimi giorni, nel testa-a-testa tra i due candidati, il premer uscente al-Maliki e Allawi, sembrava spuntarla proprio il secondo.

E stamani, a Baghdad, manifestazione con centinaia di sostenitori di al-Maliki, che denunciato presunti brogli. Il premier uscente, che ottiene 89 seggi, è segretario di un partito islamico sciita e guida la coalizione Alleanza per lo Stato di Diritto.

Mentre il laico sciita Allawi è a capo di una coalizione inter-religiosa, Iraqiya, appoggiata anche dalla minoranza sunnita, concentrata soprattutto nelle province del nord e dell’ovest. Con Saddam Hussein i sunniti erano al potere.

Lo spoglio delle schede ha richiesto quasi tre settimane. Le contestazioni di chi parla di brogli preoccupano gli osservatori, che auspicano la pronta formazione di un nuovo governo. Ritardi e polemiche contribuirebbero all’instabilità del paese, dove la violenza settaria è sempre in agguato.

Dopo le elezione del 2005 ci vollero oltre cinque mesi per arrivare alla formazione dell’esecutivo. Ed è di poche ora fa l’ultimo grave bilancio: 12 morti e molti feriti in due attentati compiuti a est di
Baghdad.