ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: tagli alle spese per la festa nazionale

Lettura in corso:

Grecia: tagli alle spese per la festa nazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

Risparmiare, risparmiare, risparmiare: e così ad Atene anche la tradizionale parata per la festa dell’Indipendenza è in tono minore.
Tradizionale la festa, tradizionale anche la fattura da due milioni di euro, compresi sorvoli dei jet dell’aeronautica, sfilata di carri e cingolati vari, invio di navi da guerra di fronte alle coste delle isole. Tutto tagliato: la parata militare s‘è fatta quasi solo a piedi. È un colpo notevole, per un Paese che ha sempre speso molto, nel comparto della difesa. E che ne era orgoglioso.

“Le parate non si dovrebbe risparmiare. Abbiamo una coscienza nazionale, come tutti, dovrebbero tagliare in altri settori, non la parata”

“Papandreou avrebbe dovuto rinviare il suo viaggio a Bruxelles e restare qui, come un vero greco. E non avrebbe dovuto autorizzare i tagli alla parata per risparmiare”

“Che possiamo farci? Ci tocca essere ottimisti. Siamo gente ottimista”.

I risparmi sulla parata militare sono altamente simbolici, in un momento in cui i greci malsopportano le pressioni europee e l’Europa fatica a capire la Grecia. Proprio in coda a quel che restava della sfilata in uniforme è comparso un altro corteo, di protesta contro il governo e contro l’Europa.