ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Aiuti alla Grecia, opinioni contrastanti

Lettura in corso:

Aiuti alla Grecia, opinioni contrastanti

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre a Bruxelles si cerca una difficile intesa, le opinioni pubbliche degli Stati europei guardano al nuovo problema di solidarietà che si è creato all’interno della zona euro. Ecco le opinioni di alcuni tedeschi fermati davanti alla Porta di Brandeburgo.

“Dobbiamo aspettare e vedere se la Grecia è davvero in grado di uscirne da sola, in quel momento potremmo iniziare il negoziato – dice Monika Specht-Meyer -. Altrimenti, io direi: meglio di no”.

“Siamo una comunità internazionale ed è importante che ci aiutiamo l’uno con l’altro” replica Wolfgang Steller.

Nella capitale tedesca ci sono vari ristoranti e negozi gestiti da immigrati greci.

“Ci sono sempre problemi all’interno di una famiglia – dice Athena Papadopoulos, proprietaria di una taverna -. L’Europa ha ora un problema e dobbiamo risolverlo. La Germania è il partner più forte e deve aiutare i più deboli”.

All’inizio della crisi greca, in Germania c’erano stati alcuni deputati della maggioranza che avevano proposto ad Atene di vendere delle isole, o addirittura l’Acropoli, per poter pagare il debito pubblico.