ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abusi, lo scandalo ai vertici del Vaticano

Lettura in corso:

Abusi, lo scandalo ai vertici del Vaticano

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scandalo degli abusi sessuali si avvicina sempre di più ai vertici del Vaticano. Quattro leader di un’associazione di vittime americane hanno manifestato in piazza San Pietro, prima di essere identificati dalla polizia. Protestavano contro il Papa e il segretario di Stato Tarcisio Bertone che avrebbero nascosto casi di cui erano a conoscenza.
“Chiediamo che Benedetto sedicesimo abbatta il muro di segretezza che ha causato così tanti danni e ferite nella nostra Chiesa – dice Peter Isely, uno dei manifestanti -. E che apra gli archivi affinché tutti possano verificare come il Papa ha gestito questi casi”.
E’ un’inchiesta del New York Times a rivelare che negli anni Novanta il cardinale Ratzinger, all’epoca Prefetto della Congregazione per la dottrina della fede e il suo vice Bertone non avevano perseguito il sacerdote Lawrence Murphy di Milwaukee, accusato di avere abusato di 200 bambini sordi che nel tempo gli erano stati affidati.
Il Vaticano ha replicato affermando che il diritto canonico non prevede sanzioni automatiche per chi commette questi atti.
Il reverendo Murphy avrebbe manifestato il suo pentimento direttamente al cardinale Ratzinger ed è morto pochi mesi dopo all’età di 72 anni.