ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna come modello per il trapianto di organi.

Lettura in corso:

Spagna come modello per il trapianto di organi.

Dimensioni di testo Aa Aa

Da anni Madrid è la prima della classe per quanto riguarda i trapianti, grazie a una capillare azione di informazione e a un centro di smistamento degli organi efficace e velocissimo. Il numero di donatori è il più elevato d’Europa. L’unione europea vuole promuovere il modello spagnolo in una direttiva che sarà votata dall’europarlamento per armonizzare la politica comunitaria in materia di trapianti di organi.

“Ci sono attualmente 56 mila pazienti in lista d’attesa per un trapianto in Europa, e ogni giorno dodici persone muoiono durante questa attesa”.

In Spagna ci sono 34 donatori per milione di abitanti, ben al di sopra della media europea di 18; fanalino di coda la Bulgaria con un solo donatore per milione.

I paesi membri si impegneranno a promuovere le carte di donatore di organi nei propri paesi con l’obiettivo di diventare autosufficienti in questo campo. Si parla anche di donazione dal vivo come per i reni, un dono in cui primeggiano i paesi scandinavi e il Regno unito. Migliaia di persone possono così evitare di sottoporsi al trattamento di dialisi.
La nuova direttiva sui trapianti che sarà approvata nel mese di giugno si pone come obiettivo di salvare 20 mila vite ogni anno.