ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Samsung, il ritorno di Lee

Lettura in corso:

Samsung, il ritorno di Lee

Dimensioni di testo Aa Aa

Torna alla guida di Samsung Electronic l’ex presidente Lee Kun Hee. Figlio del fondatore, 67 anni, Lee si dimise ad aprile 2008 dopo l’incriminazione per evasione fiscale. La grazia presidenziale gli ha spianato la strada per il rientro in grande stile. Riassume dunque la carica di presidente della società coreana che da sola vale il 20 percento dell’export nazionale.

Shim Jae-youb, analista finanziario:
“Il ritorno di Lee da presidente porterà nuova linfa a Samsung Electronic, ci aspettiamo la creazione di nuovi posti di lavoro, l’aumento degli investimenti e la crescita di una nuova impresa. Un elemento positivo nel mercato azionario”.

Torna al suo posto l’uomo che ha trasformato Samsung Group in un vero e proprio impero nel settore dell’elettronica. Lee, l’uomo più ricco della Corea, rappresenta la chiave per emergere nel mercato delle microtecnologie e degli apparecchi televisivi. Attualmente il gruppo impiega 227 mila persone nel mondo.