ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sarkozy e Zapatero: "Uniti contro l'Eta"

Lettura in corso:

Sarkozy e Zapatero: "Uniti contro l'Eta"

Dimensioni di testo Aa Aa

Funerali di stato per la prima vittima francese dell’Eta.
C’era anche il capo del governo spagnolo Zapatero a Melun vicino alla capitale francese, a porgere l’estremo saluto al brigadiere Jean-Serge Nérin ucciso il 16 marzo da un presunto commando dell’Eta.

Il presidente francese Nicolas Sarkozy: “Le cose devono essere chiare, signor presidente del governo spagnolo. La nostra mobilitazione è totale. Noi sradicheremo una a una tutte le basi dell’Eta in Francia. Troverermo e smantelleremo uno a uno i sostegni di questa organizzazione terrorista”.

Più tardi all’Eliseo, al termine di una riunione in cui si è parlato di terrorismo e di temi europei, è intervenuto anche il capo del governo spagnolo Zapatero: “La Francia e la Spagna, il presidente Sarkozy e io stesso manifestiamo tristezza per la morte del poliziotto francese, ma chi deve essere preoccupato di più sono i membri dell’Eta perché saranno perseguiti senza sosta da due grandi forze di polizia, insieme, fino allo smantellamento della presenza dell’Eta in questo Paese”.

Jean-Serge Nérin, 52 anni, 20 di servizio, è stato ucciso da un colpo d’arma da fuoco al torace durante un controllo dopo un furto d’auto. Un presunto membro dell’Eta fermato dopo la sparatoria è stato accusato di omicidio aggravato. Gli inquirenti sono alla ricerca degli altri membri del commando.