ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Europa in piazza contro i tagli

Lettura in corso:

In Europa in piazza contro i tagli

Dimensioni di testo Aa Aa

Il settore pubblico ha incrociato le braccia in Francia, Portogallo e Grecia. Trasporti a singhiozzo e scuole chiuse in Francia, nella giornata di sciopero proclamata dai sindacati in piazza per protestare contro i tagli al personale e la riforma delle pensioni del governo di centrodestra, all’indomani della sconfitta alle amministrative di domenica.

In Portogallo è in corso uno sciopero di 24 ore contro il congelamento dei salari annunciato nell’ambito del piano di risanamento delle finanze. I sindacati registrano un’adesione che supera l’80 percento. “I treni non partono e ci sono problemi sulle linee” – “Ci sono ritardi di almeno 40 minuti”- raccontano alcune viaggiatrici nella capitale. Perturbato tutto il traffico nazionale su rotaia, escluse dalle sciopero solo le tratte internazionali.

Il settore pubblico ha incrociato le braccia anche in Grecia per protestare contro i tagli alla spesa per quasi 5 miliardi di euro imposti contro il deficit dal governo e con la benedizione di Bruxelles. In piazza anche i pompieri e gli insegnanti accanto ai lavoratori della compagnia di bandiera greca privatizzata l’anno scorso.