ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele, i coloni contro l'ingerenza di Washington

Lettura in corso:

Israele, i coloni contro l'ingerenza di Washington

Dimensioni di testo Aa Aa

La presa di posizione di Washington nei confronti del governo israeliano che intende proseguire con gli insediamenti e costruire ancora è stata criticata dai coloni, che non accettano l’ingerenza degli Usa negli affari del loro Paese.
Queste le testimonianze raccolte nell’insediamento di Ramat Shlomo, nei pressi di Gerusalemme Est.

“Gli americani, hanno preso una terra che non era loro. Era la terra dei nativi indiani, quindi che cosa vengono a fare la morale a noi israeliani adesso?”

“Credo che Ramat Shlomo sia soltanto l’inizio di ciò che dobbiamo costruire. Abbiamo bisogno di costruire tutto intorno a Gerusalemme, ovunque sia possibile, senza dare una seconda parola agli Stati Uniti, che non hanno alcun ruolo in questo problema La cosa importante adesso è quello che noi pensiamo e ciò che è bene per noi”.

Sono 1.600 i nuovi alloggi annunciati dal governo a Ramat Shlomo, oltre un centinaio quelli in programma a Beitar Elhit, nei pressi di Betlemme.
Anche se inferiore a quello degli arabi, il tasso di natalità degli ebrei israeliani è di oltre il 2%.