ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il servizio diplomatico europeo ancora non decolla

Lettura in corso:

Il servizio diplomatico europeo ancora non decolla

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Servizio europeo per l’azione esterna esiste per il momento solo nella carta.

Secondo i piani di Cathrine Ashton, alto rappresentante per la politica estera europea, il servizio sarebbe dovuto essere pronto per la fine di aprile. Ma i tempi sono destinati a allungarsi.

Su compiti, funzioni e soprattutto ripartizione del budget la posizione di Stati membri e commissione diverge.

“È piuttosto difficile trovare la soluzione in grado di risolvere una serie di diversi problemi. Bisognerà trovare un equilibrio: se in seno al Consiglio un grado di autonomia è lasciato alle strutture che si occupano delle crisi militari e civili, altrettanta autonomia deve essere lasciata alle strutture che si occupa di sviluppo e aiuto umanitario della Commissione.`Potrebbe essere un modo per raggiungere un compromesso”.

I 27,che meno di un mese hanno fortemente criticato le prime nomine di Ashton, tra cui quella di Joao Vale de Almeida, diplomatico non ritenuto di alto rango, oggi inviato speciale a Washington, adesso cercano di abbassare il tono della polemica e chiedono di arrivare infine a organizzare un servizio che rilanci il ruolo diplomatico europeo nel mondo .

Il servizio degli affari esteri europeo impiegherà più di 3000 diplomatici che verranno inviati in quasi tutti i paesi del mondo.