ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

MO: anche l'Onu dice no alle nuove colonie israeliane

Lettura in corso:

MO: anche l'Onu dice no alle nuove colonie israeliane

Dimensioni di testo Aa Aa

Si ad uno stato palestinese no ai nuovi insediamenti dello stato ebraico: anche l’Onu appoggia di fatto la posizione del Quartetto e scatena le critiche di molti coloni israeliani. Stop all’Intifada di Obama, gridano a Hebron, No you can’t, non lo puoi fare.

Intanto ieri è stata un’altra giornata di forti tensioni. A Gerusalemme est, sempre blindatissima, numerose auto sono state bruciate. A Nablus due giovani manifestanti palestinesi sono rimasti uccisi durante alcuni scontri con la polizia israeliana. Alla base delle proteste la decisione di Tel Aviv di ampliare le proprie colonie nei territori, colonie considerate illegali anche dal segretario generale dell’Onu. Nella sua visita in Israele Ban Ki-Moon ha chiesto a entrambe le parti di riprendere subito i negoziati per il processo di pace.

“ E’ necessario trovare una soluzione diplomatica. Si deve porre fine immediatamente a tutte le violenze, bisogna riportare la calma in questa regione per il bene di tutti”.

Dopo Gerusalemme e Ramallah oggi Bank Ki-Moon sarà nella Striscia di Gaza, sottoposta ad un embargo israeliano da quando Hamas è salito a al potere nel 2007. In Israele è atteso in giornata anche l’inviato speciale degli Usa per il Medio Oriente: George Mitchell prima vedrà il premier israeliano Netanyahu e il presidente palestinese Mahmoud Abbas.