ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Estonia, giornali in bianco per la libertà di stampa

Lettura in corso:

Estonia, giornali in bianco per la libertà di stampa

Dimensioni di testo Aa Aa

Le fonti sono sacre e confidenziali. Rivelarle uccide il giornalismo. Per riaffermare questo principio e per protestare contro un progetto di legge che lo mette in pericolo 3 quotidiani in Estonia sono usciti in bianco. Prime pagine i cui si legge solo il nome della testata. Una seconda pagina con le motivazioni della protesta.

“Era il solo modo per far capire che la legge proposta dal ministro della Giustizia minaccia la libertà di stampa” spiega Merit Kopli, redattore capo del quotidiano ‘Postimees’.

Il disegno di legge presentato al Parlamento dal Ministro Rein Lang obbligherebbe i giornalisti a rivelare le proprie fonti su richiesta dell’autortià giudiziaria.

Secondo Lang la misura punta a responsabilizzare la stampa: “Il giornalismo non è un mostro sacro che possa permettersi di tutto” dice.

La legge potrebbe essere adottata nei mesi prossimi. L’Estonia, che ha aderito all’Unione Europea nel 2004, ha riconosciuto le sentenze della Corte Europea dei Diritti Umani sulla protezione delle fonti giornalistiche.