ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Grecia di Papandreou chiede aiuto all'UE contro la speculazione

Lettura in corso:

La Grecia di Papandreou chiede aiuto all'UE contro la speculazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi scioperi e manifestazioni in Grecia, mentre il primo ministro George Papandreou preme sul Consiglio dell’Unione Europea.
A scendere in piazza questa volta sono stati i taxisti.

Il premier socialista intanto è intervenuto al Parlamento europeo dove ha chiesto il sostegno dell’Unione per avere tassi normali sugli oltre 50 miliardi di euro di cui ha bisogno quest’anno, ed evitare così di rivolgersi al Fondo Monetario internazionale.

“Preferirei una soluzione europea, preferirei una soluzione europea in quanto parte della zona euro, in quanto io stesso sono un europeista convinto, in modo da dimostrare al mondo che l’Europa può agire assieme”.

Ma i 27 sono divisi. Ieri Angela Merkel si è detta contraria a un sostegno immediato ad Atene. Il cancelliere tedesco ha anche rilanciato l’idea di escludere dalla zona Euro i Paesi con un bilancio non conforme al patto di stabilità deciso dal trattato di Maastricht.

Più possibilista il ministro delle Finanze francese Christine Lagarde, per la quale la decisione su un eventuale aiuto alla Grecia spetta al Consiglio dell’Unione Europea.

“Ho potuto assicurare al Commissario europeo agli affari economici e monetari il sostegno della Francia per migliorare la governance economica, la coordinazione economica in seno all’Unione Europea e particolarmente in seno alla zona euro”.

Nella capitale anche i distributori sono rimasti chiusi a causa di uno sciopero dei benzinai. Nel Paese le proteste proseguiranno nonostante in molti abbiano capito che sulle misure di austerità l’esecutivo non tornerà indietro.