ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dresda: 65 anni dopo, un punto fermo sul numero delle vittime

Lettura in corso:

Dresda: 65 anni dopo, un punto fermo sul numero delle vittime

Dimensioni di testo Aa Aa

La controversia sul bilancio dei morti di Dresda potrebbe avviarsi alla fine. Secondo una commissione di storici, i raid aerei alleati del 1945 sulla città tedesca provocarono fino a 25.000 morti. Una cifra superiore a quella preliminare diffusa nel 2008, ma di gran lunga inferiore a quella avanzata dai gruppi di estrema destra tedesca e da quanti considerano l’episodio un crimine di guerra.

“Abbiamo raccolto dati precisi che ci portano a una stima che potrebbe arrivare fino a 25.000 morti” – ha spiegato il capo della commissione Rolf-Dieter Müller. La commissione – istituita dalla città di Dresda – ha esaminato archivi storici della città, dati relativi ai cimiteri, registri ufficiali, comparandoli con i rapporti pubblicati e con le deposizioni di testimoni.

Dopo 65 anni, il bombardamento del febbraio 1945 provoca ancora l’ira di quanti lo giudicano un atto non necessario – con la Germania nazista ormai vicina alla resa. Motivo, in passato, di acrimonia nelle relazioni anglo-tedesche.