ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Shlomo Ganor: tra Israele e Usa un "fraintendimento"

Lettura in corso:

Shlomo Ganor: tra Israele e Usa un "fraintendimento"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le attuali tensioni fra Stati Uniti e Israele sono state descritte dall’ambasciatore israeliano a Washington come una crisi di proporzioni storiche. Per euronews Issam Badram ha consultato l’analista israeliano Shlomo Ganor.

Issam Badran, euronews: “Iniziamo parlando dell’ultima crisi tra amministrazione americana e il governo israeliano e il rapporto dell’inviato speciale americano in Medio Oriente, George Mitchell, della sua visita nella regione la settimana scorsa e e le condizioni americane pubblicate da Haaretz nell’edizione di stamani, in cui si evocano le richieste americane poste a Israele. Tra le altre, la fine delle colonie e delle nuove costruzioni a Gerusalemme est, dare dei segnali di buona volontà all’Autorità palestinese e al suo presidente Mamhud Abbas e ancora che nel corso dei negoziati nondiretti si discuta di questioni di fondo.
Secondo lei, Netanyahu dirà sì all’amministrazione Obama?”

Shlomo Ganor: “Sono in corso degli sforzi in questo momento, che continueranno nei prossimi giorni per trovare una soluzione a questo fraintendimento tra Usa e Isarele, dopo la crisi iniziata tra i due paesi la settimana scorsa.
I due paesi potranno arrivare a un accordo equilibrato. Israele comunicherà la decisione in maniera ufficiale”.

Issam Badran, euronews: “Come potrebbe il processo di pace riprendere fiato se il governo di Netanyahu, che conta nella sua coalizione partiti di destra,come Israel Beituna, non ferma la costruzione di nuove colonie e non dà segnali positivi all’Autorità palestinese, come potrebbe continuare il processo di pace?”

Shlomo Ganor: “Bisogna sottolineare che l’attuale governo di destra guidato da Benjamin Netanyahu è lo stesso che ha adottato lo scorso giugno la dichiarazione storica che riconosce lo stato palestinese e il blocco della costruzione delle colonie in Cisgiordania”.

Issam Badran, euronews: “Il blocco della costruzione delle colonie, di cui lei parla e di cui Netanyahu ha parlato, ma che non ha rispettato, annunciando la costruzione di 1.600 appartementi a Ramat Shlomo, e prima ancora con la costruzione di 112 appartamenti a Betlemme. Come è possibile?”

Shlomo Ganor: “La decisione del blocco delle colonie, preso dal governo tre mesi fa, riguarda solo la Cisgiordania ed è su questo punto che il governo israeliano si è impegnato, ma esclude Gerusalemme. Amministrazione americana e Autorità palestinese ne sono al corrente”.