ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, testa a testa Allawi-al Maliki

Lettura in corso:

Iraq, testa a testa Allawi-al Maliki

Dimensioni di testo Aa Aa

L’ex primo ministro iracheno Iyad Allawi rimonta: è guerra all’ultimo voto con il premier uscente Nuri al Maliki. Con l’80 per cento delle schede scrutinate, i giochi sono aperti per l’esito delle politiche del 7 marzo.

Allawi, sciita laico, è in vantaggio di 9 mila voti, rispetto al primo ministro uscente, anch’egli sciita.

Il conteggio sta ribaltando i risultati dei giorni successivi alla consultazione, con la possibilità che i negoziati per la formazione di un nuovo governo durino addirittura mesi, dando origine a un pericoloso vuoto di potere.

Il responsabile della commissione elettorale:

“Abbiamo bisogno ancora di qualche giorno per annunciare i risultati finali. Lo faremo appena dopo la ratifica dell’esito da parte dell’Alta Commissione Elettorale”.

Secondo proiezioni, il “Blocco Iracheno” di Allawi e l’“Alleanza per lo Stato di diritto” di al Maliki potrebbero ottenere lo stesso numero di seggi nel nuovo Parlamento. Per poter governare sarà necessario quindi l’appoggio dell’“Alleanza Nazionale Irachena”, che raggruppa partiti religiosi sciiti, oppure delle formazioni curde prevalenti nel nord del Paese.