ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste e disordini nelle baraccopoli sudafricane

Lettura in corso:

Proteste e disordini nelle baraccopoli sudafricane

Dimensioni di testo Aa Aa

Strade bloccate, roghi, lanci di pietre. La rabbia esplode nelle baraccopoli sudafricane, alla periferia di Pretoria.

Queste immagini provengono da Rabie Ridge, 60 chilometri a Nord della capitale amministrativa. Circa 600 persone sono scese in strada. Ma in altre località la protesta è esplosa: Kanana, Phomolong, quasi 3.000 persone hanno denunciato povertà e condizioni di vita al limite e le promesse d’intervento mai mantenute.

“Continuano a fare promesse, promesse, a dire bugie: cambieremo tutto, dicono, ma solo quando gli serve il nostro voto. Vengono qui e dicono votate per noi, cambieremo le cose. E poi non fanno niente!” si lamenta un residente.

Il disagio sociale non ha smesso di aumentare dopo le presidenziali dell’anno scorso. L’intervento in favore dei più poveri era stato il cardine della campagna elettorale di Jacob Zuma. A 3 mesi dall’avvio dei Mondiali l’emergenza sociale potrebbe diventare una bomba ad orologeria.