ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nucleare, via libera Berlino a stoccaggio nella miniera

Lettura in corso:

Nucleare, via libera Berlino a stoccaggio nella miniera

Dimensioni di testo Aa Aa

Le vecchie miniere di sale di Gorleben come deposito scorie nucleari a lungo termine: via libera di Berlino. Gli ambientalisti tedeschi insorgono. Il problema dello stoccaggio riesplode in tutta la sua gravità, a meno di un mese dall’annuncio che in un altro grande sito della Bassa Sassonia, è necessaria l’evacuazione di 130.000 fusti minacciati dalle infiltrazioni d’acqua.

“Ci sono delle responsabilità, sia per chi è a favore sia per chi è contro il nucleare” sostiene tuttavia il ministro dell’ambiente Norbert Röttgen. “Abbiamo la responsabilità di stoccare le scorie in modo sicuro. Dobbiamo portare avanti la ricerca. Ecco perché credo che la moratoria sia stato un atto vile e irresponsabile”.

Sotto la pressione ambientalista e vista l’opposizione dei residenti, la moratoria ha permesso, per 10 anni, di sospendere la decisione di destinare l’ex miniera a deposito per le scorie. Il sito è già stato impiegato per lo stoccaggio temporaneo. La sua individuazione come deposito finale risale al 1977. Ragioni politiche, economiche e la posizione geografica, al confine con l’allora Ddr, furono alla base della scelta. La miniera dovrebbe accogliere le scorie delle 17 centrali tedesche. Secondo il ministro, non prima del 2030.