ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regionali, "Russia Unita" perde voti

Lettura in corso:

Regionali, "Russia Unita" perde voti

Dimensioni di testo Aa Aa

Russia Unita vince ma perde terreno. Nelle elezioni che si sono tenute ieri in 8 regioni della Federazione, il partito del premier Vladimir Putin e del presidente Dmitri Medvedev si conferma in testa, al prezzo però di una forte emorragia di consensi.

A spoglio non ancora ultimato, il voto municipale sembra aver premiato i comunisti soprattutto nella città siberiana di Irkutsk e nella regione di Sverdlosk, negli Urali, dove il calo è stato di circa il 20 per cento. Pesanti anche le perdite registrate nelle aree di Kurgansk, Kaluga e Altai. Seconda forza il Partito Comunista, nel complesso stimato fra il 18 e il 24 per cento.

Risultati che non sembrano però preoccupare i vertici di “Russia Unita”. Limitandosi al dato della regione siberiana di Kurgan, la dirigenza del partito ha celebrato lo sfiorato raddoppio dei consensi: una consultazione di metà mandato che per il presidente Medvedev equivale a un campanello d’allarme