ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: entrato in vigore l'aumento dell'Iva

Lettura in corso:

Grecia: entrato in vigore l'aumento dell'Iva

Dimensioni di testo Aa Aa

È un lunedì nerissimo in Grecia.

Oggi è entrato in vigore l’aumento dell’Iva, la misura più impopolare varata dal governo per riportare entro i ranghi Maastricht i bilanci dello Stato.

La misura risulta ancora più onerosa se si considera che sei famiglie greche su dieci sono indebitate e otto su dieci non riescono a restituire prestiti e pagare i saldi delle carte di credito.

L’aumento dell’Iva dovrebbe generare un MILIARDO e trecento milioni di euro, pari allo 0,5 % del Pil.

Tra le altre misure che toccano direttamente le tasche dei cittadini, l’aumento del prezzo del gasolio.

“Una persona che vive da una pensione sicuramente ne sentirà le conseguenze, già prima eravamo penalizzati. Adesso tutti i prezzi sono aumentati e ci troviamo in una bruttissima situazione”.

“Influenzerà il mio modo di fare la spesa, ma forse non nel settore alimentare visto che l’aumento è dell’1%”.

Alcune grandi aziende hanno annunciato l’aumento dei prezzi, il presidente della Camera di commercio sostiene che per le piccole imprese questo non è possibile.

Il presidente della Camera di commercio di Atene, Costantine Mihalos:

“Le piccole e medie imprese in Grecia non hanno goduto del lusso della riduzione dei prezzi. Negli ultimi due anni, quando la crisi si è manifestata a livello globale, si è arrivati al punto che le piccole e medie imprese non hanno fatto alcun tipo di profitto”.

Stando a un sondaggio, i greci sono ancora favorevoli all’austerity plan, ma ritengono che i sacrifici siano stati mal ripartiti e che a pagare il prezzo più caro siano i meno abbienti.