ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russi alle urne per le elezioni regionali

Lettura in corso:

Russi alle urne per le elezioni regionali

Dimensioni di testo Aa Aa

In Russia si rinnovano 8 assemblee regionali, 12 consigli comunali e altrettanti sindaci.

Trentadue milioni i russi chiamati alle urne su una popolazione di 110 milioni di persone, gravate da disoccupazione e costo crescente della vita.

“Vogliamo stabilità e prosperità per ogni famiglia”, dice una donna, “buone scuole e prospettive di lavoro per i nostri figli. Vogliamo una vita serena e migliore per i pensionati e soldi a sufficienza”.

“Vorremmo una vita migliore, più scuole materne, salari migliori per i maestri”, aggiunge un elettore, “affinché possano insegnare meglio ai nostri figli. Vogliamo una vita migliore”.

Aspettative venate di pessimismo, dalla paura che non cambi nulla: a giocarsi le 40 mila poltrone ci sono 84 mila candidati e i soli quattro partiti presenti in parlamento.

Premier e presidente avevano promesso massima trasparenza e partecipazione per questa consultazione che si profila come un test di metà mandato per Medvedev.

Invece, denuncia l’opposizione tagliata fuori, le tecniche sono quelle di sempre: monopolio mediatico, brogli e forzatura delle regole amministrative.