ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Thailandia, tre giorni in piazza contro il governo

Lettura in corso:

Thailandia, tre giorni in piazza contro il governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Un dragone per inaugurare la lotta. Cosí le camicie rosse thailandesi tornano in piazza per una tre giorni di protesta contro il governo. Domenica è previsto il clou, con la grande marcia di un milione di persone a Bangkok.

Vengono soprattutto dalle campagne del nord est e vogliono tornare al potere, i rossi. Chiedono nuove elezioni e il ritorno dell’ex premier Thaksin Shinawatra, in esilio e con i beni in gran parte confiscati.

Rosso contro giallo, il giallo dell’attuale primo ministro Abhisit Vejjajiva: secondo i rossi è corrotto, aristocratico, un fantoccio dei militari salito al potere grazie a un ribaltone parlamentare, da schiacciare sotto la forza della protesta popolare.

Una manifestazione per il momento pacifica ma ad alto rischio. Le forze armate sono in allerta e il governo ha conferito loro poteri speciali, anche se provvisori.

Cinquantamila i militari a pattugliare la città, protezione massima per la sede del governo e gli istituti bancari.

Nella memoria è ancora vivo l’aprile del 2009, quando alle barricate dei rossi il governo rispose con una dura repressione costata 2 morti e un centinaio di feriti.

Ma per ora, il corteo procede tranquillo e scalda i motori per domenica.