ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Italia, CGIL e Cobas in sciopero contro il governo

Lettura in corso:

Italia, CGIL e Cobas in sciopero contro il governo

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ sceso in piazza contro Berlusconi, il popolo Cgil, 6 milioni di iscritti. Contro la sua politica economica e sociale. Per una risposta concreta ai problemi dei lavoratori.

Uno sciopero nazionale che ha bloccato trasporti, ospedali, posta, teatri: quattro ore in tutti i comparti, otto nel pubblico impiego e nel settore bancario. Una protesta che ha coinciso con quella dei Cobas della scuola.

Cento le manifestazioni in tutta Italia, un milione di manifestanti secondo gli organizzatori.

Molte promesse, nessun risultato: questa l’accusa principale rivolta al governo.

“Siamo senza lavoro “, dice un manifestante, “e quindi siamo tutti arrabbiati. Con 800 euro, non si vive con la cassa integrazione”.

“I pensionati”, aggiunge una donna, “ manifestano soprattutto per cambiare questo paese. I giovani non hanno possibilità, soprattutto le donne. Perché noi vediamo donne che nelle scuole vanno meglio degli uomini, però non hanno possibilità, purtroppo”.

A due settimane dalle elezioni in 13 regioni su 20, la manifestazione odierna acquista un significato tutto politico, ribatte il governo che ridimensiona l’adesione a meno del 10% nel settore pubblico.