ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cisgiordania, chiusi i varchi. Cresce la tensione

Lettura in corso:

Cisgiordania, chiusi i varchi. Cresce la tensione

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono ore di tensione in Cisgiordania nel venerdì di preghiera. Israele ha disposto la chiusura dei varchi fino alla mezzanotte di sabato e già da ieri ha ristretto l’accesso dei fedeli islamici alla Spianata delle Moschee. La misura, che sarebbe stata dettata da ragioni di “sicurezza”, ha provocato reazioni e già dalle prime ore si sono registrate tensioni e scontri; è ancora imprecisato il numero dei feriti. Il provvedimento, consuetudine durante le festività ebraiche, è il primo negli ultimi due anni in occasione di una celebrazione islamica. Il via libera di Israele alla costruzione di 1600 nuovi alloggi a Gerusalemme est ha irritato l’Autorità Nazionale Palestinese. Venerdì scorso varie località della Cisgiordania sono state teatro di incidenti.

L’aumento della tensione è stato accompagnato da un raid israeliano compiuto la notte scorsa a sud della Striscia di Gaza, in risposta al lancio di un razzo contro il territorio dello stato ebraico. Secondo testimoni, nel raid alcune persone sarebbero rimaste ferite. Fonti militari, fanno sapere che è stato colpito un tunnel usato per il contrabbando e un laboratorio metallurgico.