ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In un Cile ancora dolorante per il terremoto, si insedia il presidente eletto Piñera

Lettura in corso:

In un Cile ancora dolorante per il terremoto, si insedia il presidente eletto Piñera

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono arrivate alla spicciolata a Santiago del Cile le delegazioni di almeno 25 paesi, per prendere parte alla cerimonia di insediamento di Sebastian Piñera alla presidenza della repubblica.

Le cerimonie ufficiali saranno più sobrie del previsto a causa del grave terremoto del 27 febbraio scorso che ha sconvolto il paese e ucciso quasi 500 persone.

Una circostanza sottolienata anche dal principe Felipe di Borbone, erede al trono spagnolo. “E’ un onore essere a capo della delegazione di Spagna. Auguro a tutti una buona celebrazione, per quello che sarà possibile, considerato il dolore e la tristezza che questo terribile terremoto ha causato, distruggendo il paese”.

Nonostante il clima, c‘è stato anche il tempo per un incontro di calcio di beneficenza che ha visto scendere in campo il presidente boliviano Morales oltre allo stesso Piñeira.

“Se prima non c’era un minuto da perdere”, ha detto il presidente eletto, “ora non possiamo sprecare nemmeno un secondo. Se prima dovevamo fare bene, ora dobbiamo fare molto bene. Da domani comincia la fase della ricostruzione del paese.”

Sebastian Piñeira, che nel 2005 era stato sconfitto dalla uscente Michelle Bachelet, è un esponente del centro destra. Uomo d’affari, ha iniziato la sua fortunata attività negli anni Settanta, sotto la dittatura di Pinochet, e possiede un patrimonio stimato in oltre un milione di dollari statunitensi.