ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Frédric Chopin, icona oggi, genio musicale sempre

Lettura in corso:

Frédric Chopin, icona oggi, genio musicale sempre

Dimensioni di testo Aa Aa

Varsavia celebra i 200 anni dalla nascita di Chopin, e in città il geniale autore dei Notturni imperversa. Ne abbiamo parlato con un suo giovane, affermato, interprete, Yundi Li – insieme a Chopin sul palcoscenico di ‘Musica’.

L’ultima prova prima della serata di gala che suggella la serie di concerti con cui Varsavia ha commemorato il bicentenario della nascita di Frédéric Chopin.

Yundi Li, cinese, nel 2000, appena diciottenne, vinse il prestigioso concorso internazionale intitolato al compositore franco-polacco. Da allora, in Asia, ma non solo, è una star.

“Dieci anni dopo ho l’impressione di essere ancora più intimo con Chopin. E’ così chiaro, puro, e così semplice, e bello anche, profondo. Credo che dieci anni fa suonavo Chopin in modo forse un po’ accademico; ogi mi sento più libero, e ho più esperienza, come essere umano. Direi che adesso suono Chopin in modo più rilassato, e con maggiore semplicità.”

Varsavia onora dunque il suo cittadino più famoso nel mondo.

Di padre francese e di madre polacca, è in Polonia che il geniale compositore dei Notturni trascorre la prima metà della sua vita. Musicista e compositore prodigio, adolescente, è già famoso in tutta Europa.

In Francia comporrà il grosso della sua produzione – durante un ventennio, circondato dai grandi ingegni dell’epoca, da donne forti e affascinanti, da esuli polacchi, animato da un perenne fervore creativo e dalla struggente nostalgia del suo Paese.

Oggi questo genio romantico, scomparso a 39 anni, è una vera e propria icona in Polonia, un prodotto di marketing, e quasi oggetto di venerazione, tanto che il 2010 è stato decretato dal Parlamento di Varsavia l’Anno di Chopin.

Anche Yundi Li si considera un romantico, sui generis, in versione XXI° secolo, con forti accenti edonistici.

“Il mio stile di vita ha un che di romantico, per così dire – mi piace andare in grandi ristoranti, gustare piatti prelibati, sorseggiare del buon vino rosso… e mi piace guidare belle auto; poi mi piacciono le Ferrari, ne ho una, è una 430. E sono una persona piena di passione. E’ molto emozionante per me esibirmi in tutto il mondo. Oggi credo sia il momento giusto per suonare questo geniale compositore.”

Varsavia celebra, ricorda, rivive i tempi di Chopin – la Varsavia storica (ricostruita), come quella di epoca sovietica, o la più contemporanea, comunque determinata a restare la città di Frédéric Chopin.