ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ahmadinejad in Afghanistan rispedisce agli Usa le accuse di doppiogiochismo

Lettura in corso:

Ahmadinejad in Afghanistan rispedisce agli Usa le accuse di doppiogiochismo

Dimensioni di testo Aa Aa

Abbracci per suggellare l’amicizia fra Iran e Afghanistan, guerra di parole fra Teheran e Washington. Non è passato inosservato il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, in visita a Kabul non a caso nello stesso giorno in cui il segretario Usa alla difesa Robert Gates lasciava l’Afghanistan.

L’amicizia fra i due paesi vicini è stata confermata anche dalle parole del presidente afgano Hamid Karzai: “Abbiamo garantito al nostro stato fratello Iran sia dall’Afghanistan sia durante le mie visite laggiù, che non vogliamo che il nostro territorio sia usato contro i nostri vicini, l’abbiamo detto chiaramente. Chiedo anche a tutti i nostri vicini di cooperare con l’Afghanistan. Grazie a Dio, l’Iran lo sta facendo”.

Frasi che sembrano distanziare Karzai da quell’America che Ahmadinejad si è divertito a schernire, approfittando proprio della visita di Robert Gates: “Che cosa stai facendo tu da queste parti? Sei a 12 mila chilometri da casa tua. Il tuo paese è sul lato opposto del pianeta. Che cosa ci fai qui? È una domanda seria. Siete venuti qui per combattere i terroristi? Be’, è chiaro dove sono i terroristi e come bisogna combatterli”.

Una frecciata allo stesso Gates che aveva accusato l’Iran di fare il doppio gioco, fornendo di nascosto armi agli insorti. Ahmadinejad ha a sua volta accusato gli Stati Uniti di aver creato loro i terroristi e di usarli come scusa per giustificare la presenza delle truppe straniere.