ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Terremoto in Turchia, 51 morti

Lettura in corso:

Terremoto in Turchia, 51 morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono stati tumulati a poche ore dalla morte, come vuole la tradizione musulmana, i corpi delle vittime del terremoto che ha colpito la Turchia. Il sisma ha distrutto le abitazioni, costruite in terra, di 5 villaggi di montagna. E’ stato dunque relativamente facile, per i soccorritori, estrarre i corpi e tracciare un bilancio delle vittime che le autorità danno già per definitivo: 51 morti e 70 feriti.

La prima scossa, di magnitudo 6 della scala Richter, è avvenuta alle 4,30 della mattina di lunedì nella provincia di Elazig. L’epicentro nella località di Karakoçan, che è attraversata dalla faglia sismica attiva dell’Anatolia centrale. Numerose le repliche che sono seguite.

Il sisma ha colto la popolazione nel sonno. Gli edifici in muratura hanno retto meglio alla scossa, ma le abitazioni di campagna si sono subito sbriciolate. L’Anatolia è una zona ad altissimo rischio sismico, dove si sono verificati negli anni molti terremoti distruttivi.

“Gli abitanti hanno recuperato dalle macerie i letti con le loro mani – dice il sopravvissuto Burhan Dalguden -. Ora non so cosa succederà. Vedete che cosa questa gente sta passando, proprio ora”.

Secondo testimonianze raccolte sul posto, i soccorsi della Mezzaluna rossa sono stati rapidi ed efficaci. Cucine da campo sono state allestite per fornire pasti caldi ai terremotati, che trovano riparo nelle tende.