ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Regionali, Tar del Lazio boccia decreto salva liste

Lettura in corso:

Regionali, Tar del Lazio boccia decreto salva liste

Dimensioni di testo Aa Aa

Caos e incertezza aumentano sul destino delle regionali in Italia. Il Tar del Lazio boccia il decreto salva liste. Il Pdl rischia di restare fuori dal voto nella regione.

La decisione della seconda sezione bis del tribunale amministrativo si abbatte come una scure sulla scelta – contestatissima – di aggirare l’esclusione della lista per Roma e provincia attraverso una legge ad hoc.

La firma del Presidente Giorgio Napolitano sul decreto del governo è stata criticata da più parti. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni, qualche ora prima della giudizio del Tar, lasciava già intendere le possibili intenzioni della maggioranza:

“L’Italia è un Paese in cui ricorsi e contro ricorsi non si negano a nessuno. Speriamo solo, questo è l’auspicio, che tutta questa situazione di incertezza si chiuda nel tempo più breve possibile per evitare di dovere rinviare le elezioni”.

Secondo i giudici amministrativi il decreto interpretativo non è applicabile perché interviene su una materia disciplinata dalla legge regionale. La lista Pdl venne presentata fuori tempo massimo il 27 febbraio scorso. Il Pdl ha annunciato un ricorso al Consiglio di Stato.