ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Scontri etnico-religiosi in Nigeria: almeno 500 morti attorno alla città di Jos


Nigeria

Scontri etnico-religiosi in Nigeria: almeno 500 morti attorno alla città di Jos

Le forze di sicurezza nigeriane hanno scatenato una caccia all’uomo per catturare i responsabili degli scontri tra diversi gruppi etnici e religiosi che hanno causato almeno 500 morti.

Nel mirino degli aggressori, appartenenti alla popolazione Fulani, in maggioranza musulmana, una comunità dell’etnia Berom, in gran parte cristiana, raggiunta in piena notte dall’attacco di centinaia di persone armate di machete.

“Sono arrivati sparando per aria”, racconta un testimone, “e hanno cominciato a uccidere chi usciva di casa. Tra i morti ci sono anche bambini e donne che stavano cercando di mettersi al sicuro”.

Teatro del massacro lo stato centrale di Plateau, stretto tra i gruppi musulmani del nord e quelli cristiani del sud. A Jos sono frequenti le fiammate di violenza etnico-religiosa. In questo stesso territorio a gennaio scorso avvennero incidenti analoghi che provocarono più di 400 vittime.

La Nigeria, fino al 2008 primo produttore petrolifero del continente africano, è abitata da popolazioni appartenenti a 250 diversi gruppi etnici.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Turchia, forte terremoto colpisce le province kurde. Decine i morti e i feriti