ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Iraq, ancora attacchi prima delle elezioni

Lettura in corso:

Iraq, ancora attacchi prima delle elezioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Un’autobomba è esplosa stamani a Najaf, città santa sciita in Iraq, alla vigilia delle elezioni politiche. Due pullman parcheggiati vicino al santuario dell’Imam Ali sono stati investiti dallo scoppio. Almeno 4 i morti: si tratta di pellegrini iraniani in visita al santuario. Più di 50 i feriti, la maggior parte iraniani.

Con l’attentato di Najaf sale a 45 il bilancio delle vittime degli ultimi giorni in vari attentati che mirano a sconvolgere il clima elettorale. Da stasera fino a lunedì mattina è previsto a Baghdad il divieto di circolazione di tutti i veicoli per prevenire attacchi all’autobomba.

“Voteremo domani, se Dio vorrà – dice un residente di Baghdad -. Confido nel fatto che insieme riusciremo a eleggere un governo efficace che lavorerà alla ricostruzione di questo Paese, che sta soffrendo da più di 30 anni.

Le alleanze politiche che si sono formate per queste elezioni sono sostanzialmente diverse da quelle del 2005. Sarà difficile che dalla consultazione di domani possa uscire un chiaro vincitore.