ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi greca. Papandreu all'esame dell'Europa

Lettura in corso:

Crisi greca. Papandreu all'esame dell'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

La Grecia non si salverà dalla crisi finanziaria con la carità dei partner europei, che possono però muoversi per assicurare stabilità al mercato comune. Così Jean Claude Junker, il presidente dell’Eurogruppo, dopo l’incontro con il premier greco Iorgos Papandreu, ricevuto a Berlino anche da Angela Merkel.

Il cancelliere tedesco ha lodato il drastico taglio alla spesa pubblica per salvare lo stato greco dalla bancarotta:

“Abbiamo appreso con favore che il governo e il parlamento hanno approvato le misure necessarie per centrare l’obiettivo di ridurre il debito greco del 4%. Questo è uno sforzo enorme”.

Sforzo che i lavoratori greci non intendono pagare.
Mentre il parlamento questo venerdì votava i tagli alla spesa per quasi 5 miliardi di euro circa 12mila persone sono scese il piazza per protesta. Lo sciopero indetto dai sindacati ha paralizzato il paese. E lo rifarà il prossimo 11 marzo.

Alcuni scontri si sono registrati in Piazza Syntagma tra alcuni gruppi di facinorosi e la polizia, che ha risposto con il lancio di lacrimogeni e arresti. Si registra anche la contestazione al capo della confederazione sindacale investito prima dal lancio di acqua e caffé e poi preso a pugni da un giovane dimostrante.