ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensione tra Ankara e Washington

Lettura in corso:

Tensione tra Ankara e Washington

Dimensioni di testo Aa Aa

Sale la tensione tra Ankara e Washington. La decisione della Commissione affari esteri della Camera dei rappresentanti americana di qualificare come “genocidio” il massacro di armeni compiuto dagli Ottomani durante la prima guerra mondiale ha provocato una netta reazione. Il governo turco ha richiamato per consultazioni l’ambasciatore negli Stati Uniti.

“La conseguenza più importante di questa vicenda – dice l’ex ambasciatore turco negli Usa Faruk Lologlu – sarà che qualcosa è destinato a finire tra i due Paesi”.

La politica di Barack Obama è tra l’incudine e il martello: da una parte l’esigenza di mantenere buoni rapporti con un alleato della Nato, la Turchia; dall’altra, il rispetto di quanto rivendicato dagli armeni americani che l’hanno aiutato a conquistare la Casa Bianca.

“Pregiudicare le relazioni per piccoli interessi di politica locale – dice il ministro degli esteri turco Ahmet Davutoglu – danneggerà la visione strategica degli Stati Uniti”.

La Turchia spera di risolvere la controversia sul genocidio armeno con negoziati diretti con Yerevan; negoziati che però rischiano, secondo Ankara, di subire una battuta d’arresto con la nuova presa di posizione statunitense.