ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Armenia: "La nostra una lotta universale"

Lettura in corso:

Armenia: "La nostra una lotta universale"

Dimensioni di testo Aa Aa

Scene di giubilo in Armenia hanno accolto l’ adozione della risoluzione Usa, che definisce “genocidio” il massacro dei cristiani armeni compiuto nel 1915 ad opera delle forze ottomane.

“Il parlamento sarà fermo nel mantenimento del dialogo – afferma una sociologa dell’Università di Yerevan – Cosa riceveranno in cambio gli Armeni? Nulla. Continueranno solo a lottare per il riconoscimento del genocidio come opera di prevenzione per tutti. Non ci sono interessi particolari, si tratta di una lotta universale”.

Ankara rifiuta il bilancio di oltre 1,5 milioni di morti: le vittime per i turchi sarebbero state 300 mila. La definizione di “genocidio” viene rivendicata dagli storici, dalle autorità armene e dai cittadini comuni:

“Le società progressiste e civilizzate dovrebbero poter esprimere la propria condanna questi in casi , solo cosi’ è possibile vivere pacificamente”.

Gli armeni attendono ora il prossimo 24 Aprile, data dell’anniversario del massacro. Si aspettano venga ufficialmente definito “genocidio” nel discorso che pronuncerà il presidente degli Stati Uniti.