ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ancora forti scosse in Cile

Lettura in corso:

Ancora forti scosse in Cile

Dimensioni di testo Aa Aa

La terra continua a tremare, in Cile. E le repliche sono fortissime. Tre scosse hanno risvegliato stamani i cileni, a 6 giorni dal primo sisma. La più forte è stata di 6,8 gradi Richter. Non ci sono state altre vittime, ma alcuni edifici pericolanti sono crollati e la paura è tornata tra la popolazione stremata.
La scossa da record del 27 febbraio, di magnitudo 8,8 e il conseguente tsunami che si è abbattuto sulle coste hanno provocato circa 800 morti. Ma il governo ha dovuto ammettere che per calcolare il numero delle vittime sono stati commessi errori, dunque il bilancio è incerto.
E’ certo invece l’impatto che il terremoto ha provocato sull’economia, con decine di migliaia di cileni rimasti improvvisamente senza lavoro.
“Tutte le infrastrutture sono distrutte – dice un operaio -. Ci vorranno almeno 3 o 4 mesi solo per rimettersi in piedi”.
Oltre all’industria mineraria del rame, particolarmente colpito è il settore della pesca.
Nelle zone terremotate è atteso l’arrivo del segretario generale dell’Onu Ban Ki-Moon.